CASA CANONICA, AULE E SALONE SUSSIDIARIE ALLA PARROCCHIA S. MARIA REGINA PACIS - GENOVA

Committente: Arcidiocesi di Genova
Indirizzo: Piazza Matteotti, 4
Responsabile Generale: Mons. Mario Capurro
Progetto: incarico a SIBILLASSOCIATI S.r.l.
Località: Genova
Attività: Progetto delle sole opere civili edili Preliminare, Definitivo, Esecutivo, Coord. Sicurezza in fase di progettazione, Coordinamento Sicurezza in fase di esecuzione
Direzione Lavori e Contabiltà dei Lavori: Arch. Enrico Congiu (Sibillassociati srl)
Impresa di costruzioni: Impresa Gambino Emilio Costruzioni (GE)
 
PRINCIPALI DATI
Superficie del lotto: circa 992mq
Superficie coperta: 348mq
Superficie lorda: 765mq
Volume: 3.948mc
Superficie per parcheggi pertinenziali: 203mq
 
CRONOLOGIA
Progettazione: 19/04/2001-15/03/2005
Lavori: 27/02/2006-27/05/2008
 
Programma: La Parrocchia di Regina Pacis serve un popoloso quartiere che si estende lungo l'asse stradale Corso De Stefanis / Piazzale Parenzo / Lungobisagno Istria / Piazza Garassini, oltre alle vie che salgono la collina. La Chiesa, sede della Parrocchia, ha un utilizzo degli spazi funzionale ad accogliere solo alcune delle attività pastorali, risulta penalizzata negli spazi esterni e piuttosto decentrata nei confronti del territorio parrocchiale.
E’ per questo motivo che si è pensato ad una cappella succursale da costruirsi in via Tortona, ma le mutate situazioni di viabilità e altri cambiamenti intercorsi hanno portato alla costruzione di un edificio pastorale-ricreativo con annesso campetto sportivo al posto della storica “casa”, nota agli abitanti della zona.
La nuova struttura realizza il recupero dell’area in abbandono collocata tra via Tortona e via Toti consentendo un adeguato allargamento della viabilità carrabile pubblica e rendendo pertanto meglio accessibile il popoloso Quartiere residenziale sul versante che da anni soffriva per la difficoltà di accesso e la mancanza di servizi. Il nuovo edificio, ricco di aule e spazi per la comunità, è dotato di un campo di calcio in erba sintetica. 
L’architettura del nuovo edificio è permeabile alla vista grazie ad ampie vetrate che ne evidenziano il carattere sociale e le relazioni che lo stesso deve instaurare con la popolazione del luogo. Un volo di colombe sul fronte di via Toti è un riferimento al titolo della Parrocchia e un simbolo del desiderio di favorire la crescita della pace e dell’armonia.