SISTEMAZIONE DELLA PRIMA DIVISIONE DI RADIOLOGIA E RADIOLOGIA INTERVENTISTICA DELL'OSP. SAN MARTINO - GENOVA

Committente: PHILIPS MEDICAL SYSTEM ATL S.p.a.
Indirizzo: Via G. Casati 23, Monza
Progetto: incarico ad "A.T.I."" composta da:
Studio Sibilla Associati (Progettazione architettonica, Coord. Generale, Coord. della sicurezza in fase di progettazione ai sensi del D.Lgs. 494/96); Philips Medical System ATL S.p.a. (Capogruppo, Progettazione impiantistica)
Località: Monoblocco Acuti, Osp. San Martino Genova
Attività: Progetto Definitivo Architettonico e Strutturale, Coord. Generale, Coord. della sicurezza in fase di progettazione ai sensi del D.Lgs. 494/96
 
PRINCIPALI DATI
Risonanza magnetica: 500mq
Ecografia: 315mq
Servizi generali: 780mq
Radiologia convenzionale: 350mq
TAC: 215mq
Radiologia Interventistica e Blocco Operatorio: 770mq
Spazi distributivi: 300mq
Superficie complessiva: 3.230mq

CRONOLOGIA
Progettazione: 18/06/2001-16/07/2001
 
Programma: Appalto concorso con capogruppo PHILIPS MEDICAL SYSTEM ATL S.p.a. indetto dall'Azienda Ospedaliera Ospedale San Martino e Cliniche Universitarie Convenzionate per la progettazione e realizzazione delle opere connesse alla sistemazione della 1A Divisione di Radiologia e Radiologia Interventistica nel piano primo fondi del Monoblocco Acuti. La Divisione comprende i Reparti di Risonanza Magnetica, Ecografia, Servizi Generali, Radiologia Convenzionale, TAC, Radiologia Interventistica e Blocco Operatorio. L'obiettivo generale del progetto è stato quello di realizzare un nuovo reparto perfettamente funzionale che, attraverso soluzioni tecniche specifiche, rispondesse ai requisiti di "umanizzazione" e "tranquillità" oltre a principi di risparmio energetico. E' nostra opinione infatti che oggi le strutture sanitarie, accanto a soluzioni tecniche all'avanguardia, offrano da una parte spazi sufficienti ed organizzazione tali da facilitare lo svolgimento dell'attività lavorativa e dall'altra una immagine tranquillizzante ed efficiente. Il progetto crea pertanto spazi confortevoli sia per chi lavora che per chi usufruisce dei servizi del reparto. Questi concetti non si limitano all'organizzazione funzionale ma scendono anche nelle singole scelte di dettaglio progettuale fino ad applicarsi alla definizione delle attrezzature dei materiali, delle finiture e dei colori.