NUOVO "CENTRO SERVIZI DELLA NEVE" PER I CAMPIONATI DEL MONDO DI SCI ALPINO 2005 A VALDISOTTO - SONDRIO

Committente: Comune di Valdisotto (SO)
Indirizzo: Via De Gasperi 1 - 23030 Valdisotto (SO)
R.U.P: Geom. P. Del Simone
Progetto: incarico ad "A.T.I." composta da: Studio Sibilla Associati (Capogruppo, Progettazione architettonica - opere civili e Coord. Generale); AI Engineering S.r.l. (Progettazione opere impiantistiche); Ce.A.S. S.r.l. (Progettazione strutturali); Arch. Simone Cola (Progettazione architettonica - opere civili); Arch. Enrico Congiu (Progettazione architettonica - opere civili); Arch. Nicola Stefanelli (Progettazione architettonica - opere civili); Arch. Pietro Stefanelli (Progettazione architettonica - opere civili).
Località: Località Cepina, Comune di Valdisotto (SO)
Attività: Progetto Definitivo ed Esecutivo
Impresa di costruzione: Bracchi Costruzioni Edili S.r.l.
 
PRINCIPALI DATI
Sup. del lotto: 11.200mq
Sup. coperta ex-albergo Cepina: 560mq
Sup. utile ex-albergo Cepina: 1.745mq
Vol. ex-albergo Cepina: 5.486mc
Superficie coperta
 Nuovo Centro Servizi della Neve: 820mq
Superficie utile Nuovo Centro Servizi della Neve: 2.858mq
Volume Nuovo Centro Servizi della Neve: 8.682mc
Sup. utile Piazza: 2.858mq
Sup. utile Parcheggio: 1.786mq
Vol. Parcheggio: 5.091mq

CRONOLOGIA
Progettazione: 01/09/2003-31/12/2003
Lavori: 15/03/2004-2005
 
Programma: Il progetto si inserisce nell’ambito delle opere che la Regione Lombardia ha programmato per i Campionati Mondiali di Sci Alpino svoltisi a Bormio nel febbraio 2005. Il progetto ha riqualificato un’area di 11.200 mq nella frazione Cepina del Comune di Valdisotto (So) che comprendeva oltre ad un ampio Parco pubblico ed all’ex Albergo Cepina (edificio vincolato dalla Soprintendenza ed in passato utilizzato per le cure idropiniche) anche gli stabilimenti produttivi ormai dimessi dell’acqua minerale “Levissima”: al tema della riqualificazione urbana ed ambientale di un’area pubblica adiacente al centro storico della frazione si è dunque aggiunto il tema del restauro di un edificio vincolato e la sua estensione con una nuova architettura che con questo dialogasse. Il progetto ha pertanto inserito un elemento d’ordine, il Nuovo Centro Servizi, posto in allineamento e collegato mediante un corpo basso vetrato all’Albergo Cepina, nell’intenzione da una parte di ricomporre e legare il tessuto del centro storico della frazione alla nuova Piazza Pubblica e dall’altra di separare questa dal parco Cepina. Il nuovo complesso, ed in particolare il Nuovo Centro Servizi - struttura contemporanea che richiama, nei materiali (il legno e l’intonaco per i fronti, il metallo per la copertura) e nella forma la tradizione del luogo si inserisce in maniera rispettosa ma decisa in un contesto ambientale di rara bellezza creando la scala urbana dell’intervento attraverso l’articolazione dei volumi e degli spazi pubblici. I due edifici che costituiscono il Nuovo Centro Servizi della Neve sono stati entrambi utilizzati per la fase dei mondiali a struttura di servizio alle attività sciistiche ed, attualmente, a struttura turistico-ricettiva.