STRUTTURA RICETTIVA A COURMAYEUR - AOSTA

COMMITTENTE
ENI S.p.a. / Divisione Refining & Marketing

PRINCIPALI DATI
Superficie del lotto: 2.987mq
Superficie lorda: 2.092mq
Superficie agibile: 5.070mq
Superficie parcheggio
Albergo - interrato: 1.095mq
Superficie parcheggio
pubblico - interrato: 1.477mq
Volume totale: 5.905mc
Numero totale delle camere: 33

CRONOLOGIA
Progettazione: 17/01/2007-06/07/2007

Programma: Il Progetto riguarda la realizzazione di una struttura ricettiva in un'area di proprietà ENI S.p.a. sita nel Comune di Courmayeur, frazione Verrand, adiacente al centro del paese. Il progetto si pone i seguenti obiettivi: la realizzazione di una struttura Ricettiva di Alta Qualità; l'ottimizzazione delle prestazioni energetiche dell'edificio; il rispetto del linguaggio costruttivo locale interpretato in chiave contemporanea. Le informazioni tratte dall'analisi del sito hanno condizionato ed orientato, con diversa intensità, l'approccio e le scelte progettuali: infatti la disposizione planimetrica, il coefficiente di forma e le caratteristiche termofisiche dell'involucro influenzano notevolmente sia il bilancio termico che i costi di impianto. E' per questo motivo che orientamento, forma dell'edificio, rapporto facciata/esposizione, capacità inerziale e di isolamento termico dell'involucro edilizio rispondono a criteri progettuali ben precisi. La nuova struttura ricettiva sorge in posizione arretrata rispetto al margine stradale con andamento parallelo alla stessa, con orientamento Nord-Sud, risponde alle seguenti esigenze che si ritengono prioritarie: creare una barriera visiva e una fascia di rispetto dalla strada a servizio della struttura Alberghiera; Ottimizzare l'orientamento del lotto, non ideale, per godere dalle camere del panorama e per l'installazione di pannelli solari e/o fotovoltaici in copertura; Infatti, l'attento studio del posizionamento dell'edificio a prima vista obbligato ma per nulla scontato, unitamente allo studio dell'andamento solare, del panorama e degli altri aspetti ambientali ha consentito di valorizzare l'area in termini di panoramicità ed esposizione. Il progetto prevede a realizzazione di un albergo a quattro piani fuori terra e due piani interrati, costituito da due volumi principali, leggermente ruotati l'uno rispetto all'altro, uniti da un corpo di collegamento contenente le scale e l'ascensore. La scelta formale dei due volumi distinti è voluta al fine di distinguere alcune funzioni in essi contenute ed al contempo creare uno spazio dedicato alla hall di ingresso ed ai collegamenti verticali. Entrambi i volumi sono fortemente caratterizzati dai contrasti cromatici, corpi chiari e scuri; volumetrici, gli aggetti dei moderni “bow-windows”, e dalle ombre della maglia verticale di frangisole.